Questo sito utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine del sito.
Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Maggiori dettagli.

Letture della Parola

Quattro salmi d’Avvento (Apri la versione PDF)

Per lo studio e la preghiera personale

I salmi sono parole di Dio in parole di uomini e donne, sono scuola di preghie­ra ma anche scuola di umanità: l'umani­tà concreta con tutti i suoi sentimenti, le sue fatiche, le sue domande e le sue ricerche di senso per "salvare la vita". Nei salmi si parla a un "tu" che a volte sembra fare silenzio ma del cui amore, della cui presenza, della cui misericordia si resta saldamente convinti ... [Enzo Bianchi]

I Salmi, preghiera del popolo ebraico, preghiera di Cristo, preghiera della Chiesa, purtroppo solo raramente sono anche preghiera di noi cristiani. Non conosciamo il Salmi! Li sentiamo distanti, astratti, difficili, eppure hanno dentro l’uomo, tutto l’uomo, con le sue “notti” e con i suoi “giorni”. Un uomo che si lascia interpellare da Dio e, mentre cerca di rispondere, interpella Dio. Pregare i Salmi e coni Salmi non è semplice, occorre tempo e pazienza.

Qui trovi qualche indicazione per entrare nei quattro Salmi di Avvento. Chissà, forse potrebbero significare un nuovo inizio nella difficile arte del pregare così come Dio ci suggerisce in questi 150 stupendi poemetti.

Al termine di ogni Salmo, ho aggiunto una Preghiera personale, quasi un Salmo, per entrare nella Liturgia del giorno.

Ho seguito il commento di due bravi biblisti: Card. Martini (Salmo 121/122); L. Monti, monaco di Bose (Salmi 71/72 – 145/146 – 23/24: I Salmi, preghiera e vita, Qiqajon)[1].

La fatica e la pazienza dello studio – non si studia solo a scuola – siano compensate dalla Bellezza dell’Incontro.

 

Auguri di Avvento:

per una serena attesa del Signore che viene.

d Nando

Il Centro Pastorale Diocesano organizza l'annuale corso biblico. Il tema di quest'anno sarà sugli Atti degli Apostoli.

Tutta la comunità è invitata a partecipare!

Dettagli disponibili nel relativo evento a calendario.

Ecco il calendario dei Gruppi Biblici

 

calendaro gruppi biblici 2019

Ricordiamo la celebrazione del 3 Ottobre alle 21 al Buon Pastore di inizio di tutti i cammini.

Celebrazione conclusiva per il gruppo di lettura Vangelo di Luca.

Ore 21:00 Chiesa del Buon Pastore.

La celebrazione aperta a tutti coloro che volessero partecipare.

Due sono i pilastri sui quali si fonda la nostra fede e la dottrina dell’antico testamento: la Legge e i Profeti.
Quest’anno il gruppo di lettura si accinge a leggere “i Profeti” al fine di continuare un percorso spirituale iniziato con la lettura dei libri della Genesi, dell’Esodo e del Deuteronomio.

Dopo la lettura del Pentateuco il credente “sa” che la sua storia non può più prescindere dalla relazione che Dio ha instaurato col suo popolo (popolo scelto, diverso, “santo”!), ma il credente “sa” anche come sia endemica la sua infedeltà al patto di alleanza fatto con Dio!

La lotta per il credente è sempre quella: è chiamato costantemente a scegliere fra l'ascoltare la voce di Dio o quella del «serpente»!

Continuando la lettura biblica, e in particolare i testi profetici, leggiamo come, di fronte alle “infedeltà” e alle “bramosie” del popolo e dei re governanti, il Signore sia intervenuto, ancora una volta, in suo aiuto suscitando in Israele i Profeti.
Sono “profeti” quegli uomini capaci svelare come Dio e la sua Parola siano presenti in ogni situazione concreta della storia.
Sono profeti quegli uomini che, in mezzo al disordine e al chiasso assordante della vita, tengono viva la parola di Dio, la vivono e la testimoniano con coraggio davanti all’umanità intera.

Il profetismo ha avuto il suo compimento in Gesù Cristo.
È Cristo infatti che completa le parole dei profeti perché è lui la Parola di Dio fatta carne.
Gesù non solo è “bocca di Dio”, ma la Parola stessa di Dio!

Oggi il compito della missione profetica è affidata alla Chiesa di Cristo, a ciascuno di noi, se davvero vogliamo essere “discepoli” del Signore.

Il corso è tenuto da Maria Teresa Filtri il Mercoledì alle 21 a Buon Pastore (ogni 15 giorni a partire dal 19 Ottobre)

Calendario

Due sono i pilastri sui quali si fonda la nostra fede e la dottrina dell’antico testamento: la Legge e i Profeti.

Quest’anno il gruppo di lettura si accinge a leggere “i Profeti” al fine di continuare un percorso spirituale iniziato con la lettura dei libri della Genesi, dell’Esodo e del Deuteronomio.

Dopo la lettura del Pentateuco il credente “sa” che la sua storia non può più prescindere dalla relazione che Dio ha instaurato col suo popolo (popolo scelto, diverso, “santo”!), ma il credente “sa” anche come sia endemica la sua infedeltà al patto di alleanza fatto con Dio!

La lotta per il credente è sempre quella: è chiamato costantemente a scegliere fra l'ascoltare la voce di Dio o quella del «serpente»!

Continuando la lettura biblica, e in particolare i testi profetici, leggiamo come, di fronte alle “infedeltà” e alle “bramosie” del popolo e dei re governanti, il Signore sia intervenuto, ancora una volta, in suo aiuto suscitando in Israele i Profeti.

Sono “profeti” quegli uomini capaci svelare come Dio e la sua Parola siano presenti in ogni situazione concreta della storia.

Sono profeti quegli uomini che, in mezzo al disordine e al chiasso assordante della vita, tengono viva la parola di Dio, la vivono e la testimoniano con coraggio davanti all’umanità intera.

Il profetismo ha avuto il suo compimento in Gesù Cristo.

È Cristo infatti che completa le parole dei profeti perché è lui la Parola di Dio fatta carne.

Gesù non solo è “bocca di Dio”, ma la Parola stessa di Dio!

Oggi il compito della missione profetica è affidata alla Chiesa di Cristo, a ciascuno di noi, se davvero vogliamo essere “discepoli” del Signore.

Il Padre Nostro è stato definito il compendio del Vangelo ed è sulla bocca di tutti i cristiani. Con l’aiuto dei commenti di vari biblisti e dello Spirito Santo cercheremo di capire perché Gesù ha insegnato questa preghiera e che cosa vuol dire pregare. Che significato hanno le varie richieste che vi sono contenute?

Si parte dal Padre per concludere con il Maligno!!!

Il corso è tenuto da Andrea Mozzarelli il martedì alle 21 a Vicofertile (ogni 15 giorni a partire dal 18 Ottobre)

Calendario

Parrocchia del Buon Pastore, Powered by Joomla! and designed by SiteGround web hosting with Corsol's review. Valid xhtml and valid css